Germania 03

1. Introduzione

L’allevamento di bovini da latte è stato spostato fuori dal villaggio dal predecessore e si è sviluppato da una gestione iniziale di 12 vacche da latte e 8 ettari di terreno agricolo alla gestione di 120 ettari di terreno seminativo e di pascolo e di 45 - 50 vacche da latte e della loro prole. Hanno cominciato a lavorare insieme nel 2008, quando la figlia e il genero sono venuti a stare nella fattoria. Nel 2011 è stata costituita una società operativa. Oggi nella fattoria vivono tre generazioni. Dopo un periodo difficile, la transizione è stata completata nel 2016, quando la giovane coppia aveva già programmato di lasciare la fattoria e di creare un’attività agricola altrove.

2. Profilo del Promotore

Nome n.n.
Età 36
Sesso M
Istruzione laurea in Scienze Agrarie; Formazione da apicoltore; Scuola agricola gratuita
Marital Status Sposato
Numero di figli 7 e 4 anni

3. Profilo dell’azienda agricola

Indirizzo Baden-Württemberg
Superficie dell’azienda in ettari 130 ettari
Data da queo la famiglia possiede la fattoria Diverse generazioni
Nº di lavoratori in azienda (Membri della famiglia) 2 (Tempo pieno) 1 (Part time)
Nº di lavoratori in azienda (Non appartenenti alla famiglia) 1 (Tempo pieno)

Descrizione della fattoria prima della successione

L’azienda è stata notevolmente migliorata e ampliata dal predecessore. Dopo enormi fasi di crescita, acquisti di terreni e aree affittate, l’azienda si è stabilizzata agli attuali circa 120 ettari di terreno e una mandria di circa 45 vacche da latte. Dei nuovi nati, le vitelle venivano tenute per ampliare l’allevamento, mentre i vitelli venivano preparati per la macellazione all’interno dell’azienda, in un’ulteriore sezione operativa adibita all’ingrasso. Molti cambiamenti sono stati fatti già prima della successione:
- produzione di latte da fieno
- produzione biologica
- pascolo innovativo
- apicoltura (20 colonie di api)
- turismo agricolo
- eventi inerenti l’agricoltura
Genero e suocero hanno saputo lavorare insieme per migliorare dettagli che non erano stati adeguatamente presi in consderazione durante il periodo di espansione e sviluppo della fattoria.

Descrizione della fattoria DOPO la successione

Dopo la successione del 2016, che è costata una grande quantità di energia, oggi tutti gli interessati sono contenti dello stato della situazione e si sentono ricaricati per nuovi compiti. Il predecessore è ancora attivo in azienda. Gli imprenditori stanno ora pianificando le prossime fasi di sviluppo verso l’agriturismo, al fine di allargare ulteriormente la base di reddito. I successori vogliono andare per la loro strada e apprezzano i risultati della generazione precedente.

4. Processo di Successione

Il processo di successione è stato un’impresa molto dura. Già nel 2010, consulenza e mediazione erano parte integrante del processo di successione. Nel periodo precedente al loro matrimonio (2011), il genero e la figlia erano preoccupati riguardo a come si sarebbero guadagnati da vivere in futuro e volevano che il loro contributo allo sviluppo dell’impresa agricola venisse legalmente certificato. La società tra il padre e il genero è stata fondata nel 2011. Parallelamente allo sviluppo dell’impresa, ha avuto luogo un processo sociale molto impegnativo tra le due generazioni. C’erano posizioni e convinzioni diverse riguardo alla gestione e all’ulteriore sviluppo della società. Il predecessore e il successore hanno entrambi una personalità forte e sono molto diversi.
Il predecessore ha aspettative molto elevate e ciò contribuisce a creare nel successore un sentimento di paura del fallimento. Il successore sente ancora che ha qualcosa da dimostrare al predecessore. E’ facile riconoscere il forte legame del predecessore al lavoro di tutta una vita.
Nonostante le consultazioni approfondite e le ricorrenti discussioni, la situazione di successione è degenerata fino a quando, a Natale del 2015, i successori designati presero la decisione di lasciare la fattoria. Essi iniziarono a cercare attivamene un’altra fattoria. Allora il predecessore cedette. Egli consegnò in modo simbolico lo scettro al successore mentre firmava il contratto, e tutti andarono a cena insieme per celebrare questo passo. Ancora adesso, dopo la successione, sussistono paure, preoccupazioni e difficoltà che portano sabbia negli ingranaggi - sia in termini operativi che di rapporti tra le persone. Come prima della successione, il successore afferma ancora adesso che ci vorrà tempo per trovare finalmente la condizione ottimale di prossimità e distanza, come pure di lasciare il comando e lavorare insieme. Tutte le parti hanno impegnato molta energia nel processo di successione. Oggi sono felici di aver trovato una soluzione e di poter continuare a vivere insieme, tre generazioni in azienda.

Minacce/Sfide

  • Comunicazione: Dovete comunicare tra di voi e anche comunicare chiaramente le vostre posizioni. Anche la comunicazione non verbale è molto importante. Il fatto che abbiamo dimostrato di essere coerenti e, realmente, abbiamo deciso di lasciare la fattoria, alla fine ha smosso il predecessore. È difficile parlare e rimanere al tavolo quando la situazione diventa emotiva e vengono fuori i pregiudizi.
  • Aspettative/paure: aspettative differenti o, in alcuni casi, eccessivamente elevate sono molto difficili da conciliare. Mediazione e consulenza aiutano. Tuttavia, alla fine, la soluzione deve essere in ultima analisi desiderata dagli interessati stessi. La chiarezza nelle discussioni è importante. Invece di concentrarsi costantemente sulle proprie aspettative, uno dovrebbe anche riconoscere che si può essere una buona persona, nonstante i propri difetti.

Formazione/Capacità/Competenze principali

  • Una maggiore fiducia in se stesso sarebbe stata utile al successore durante la successione e le controversie con il predecessore. In queste circostanze avrebbe voluto essere più sicuro di sé.

  • Ciò ha anche avuto a che fare con il fatto che in alcuni casi forse manca la chiarezza di sapere da che parte stai e che cosa vuoi.

  • Sapere da che parte stai e dove vuoi andare, insieme alla necessità di avere fiducia in te stesso, porta ad un livello adeguato di assertività.


”Apriti, e sii completamente chiaro quando parli con il predecessore! Guarda ogni situazione da molte angolazioni. Questo può portare alla comprensione degli altri! Non considerarti troppo importante, ma sii testardo!”

“Alla fine è sempre utile agire con rettitudine: restare onesti e non giocare con nessuno! C’è molto in ballo sia in azienda che sul piano personale!”

Consiglio del successore

5. Considerazioni, capacità/competenze richieste nel processo di successione e Quesiti/Domande